lunedì 31 marzo 2014

Risvegli 6 - Splatter


Lui apre gli occhi sbarrati iniettati di sangue urlando alla Jack Nicholson in Shining “Wendy, tesoro, sono tornato tardi, molto tardi, ho bevuto molto, ma molto e stavo dormendo, cazzo”, si alza, le strappa di mano l’aspirapolvere e lo distrugge sbattendolo violentemente e ripetutamente contro il muro. Poi con aria perplessa dice a lei che adesso lui torna a letto perché ha una lieve cefalea, ma quando si alzerà dovrebbe fargli la cortesia di pulire un pò meglio perché la stanza è in disordine e in giro è tutto pieno di polvere, viti e pezzi di plastica, quindi si gira, manca il letto e sviene crollando sul pavimento in mezzo ai suddetti materiali. Lei lo contempla come un ripugnante gigantesco insetto valutando se smaltirlo nei rifiuti ingombranti, nell’organico o chiamare una ditta specializzata. Dopodichè gli augura freddamente “Buon riposo Herr Samsa” e lo lascia dormire sul pavimento. Esce, compra un aspirapolvere più potente e già che c’è cambia l’I-Phone.


domenica 30 marzo 2014

Risvegli 5 - Hard


Lui apre una fessura di occhi e la guarda coi neuroni azzerati senza dire una parola, chiedendosi chi diavolo è quella donna e soprattutto cosa cazzo ha fatto e dove è stato la sera prima per essersi addormentato vicino a una pista di aviazione dove sta decollando un Concorde, si alza, le toglie delicatamente di mano l'aspirapolvere, apre la finestra bofonchiando “Ho bisogno d’aria”, lo lancia fuori senza staccare il filo dalla presa e torna a dormire senza richiudere la finestra. Verrà svegliato qualche ora dopo dal brusio perplesso e curioso di una piccola folla di condomini radunatasi sotto il balcone per cercare di capire come mai di Domenica mattina c’è un aspirapolvere acceso penzoloni da una finestra del quarto piano e se la signora Clara del terzo piano è al corrente del fatto che i gerani sul suo balcone, ricordo del defunto marito, sono stati tutti aspirati.


sabato 29 marzo 2014

Risvegli 4 - Realtà Virtuale

Lui apre parzialmente gli occhi, la guarda annebbiato, inizialmente non la riconosce poi la mette lentamente a fuoco e borbotta con voce impastata e cavernosa "Ma no tesoro, ti giuro che davvero non è un problema se mi hai svegliato, pensa che stamattina volevo proprio scendere a lavare l'auto". Non si muove dal letto, si gratta la testa, la barba, si gira, sbadiglia, tira su col naso, si stira, grugnisce, tenta di tastarle una chiappa, si esplora una narice con interesse, si sistema le parti intime, si raschia la gola, si mette il cuscino sulla testa e si riaddormenta russando fragorosamente fino a sovrastare il rumore dell'aspirapolvere, cosa che vale una lettera di richiamo dell'amministratore a seguito di proteste della totalità dei condomini.

venerdì 28 marzo 2014

Risvegli 3 - Dimensione Parallela

Lui apre gli occhi attonito, scatta come una molla, si lancia dal letto rovesciando il comodino e procurandosi vistose ecchimosi al fianco, fa una capriola, si mette in posizione di sparo, urla "maledetti mostri non mi avrete" e inizia a sparare con una pistola immaginaria schivando colpi altrettanto immaginari. Questo dura per alcuni minuti, finché lentamente capisce che quel frastuono è un aspirapolvere e non l'astronave di Alien, che la donna che sta davanti a lui a braccia allargate scuotendo la testa con gli occhi alzati al cielo non è il tenente Ripley ma l'ha sposata diversi anni prima e che combattere mostri extraterrestri usando un dito puntato è una cosa da deficienti, soprattutto se lo fai in boxer e canottiera e le fottute pareti da cui li vedi uscire sono quelle della tua camera da letto.


giovedì 27 marzo 2014

Risvegli 2 - Fantascienza (feat. Endicott)


Lui apre gli occhi felice, la guarda con affetto, si alza, la prende per la mano, la bacia sulla guancia teneramente e dice dolcissimo "Ma sì tesoro, facciamo un pò di pulizia. Ora tu siediti che ti faccio un bel massaggio e ti preparo una tisana poi finisco io con l’aspirapolvere, vado a sbattere i tappeti, stendo i panni, mi stiro le camicie e pulisco i bagni prima di preparare il pranzo." Si avvia di buon umore, le strizza l’occhio e canticchiando La vie en rose lo fa sul serio. Finisce con un po’ di anticipo rispetto all’ ora di pranzo, dice “Oggi l’aperitivo al bar con gli amici lo salto“ e pulisce anche i vetri.


mercoledì 26 marzo 2014

Risvegli 1 - Fiction


Lui apre gli occhi pieni di una luce caldissima, la guarda con un luminoso sorriso adorante, le prende le mani con dolcezza e inginocchiandosi davanti a lei inizia a recitare ispirato e passionale The Dreame di John Donne in lingua originale con un vago accento di Canterbury prima di metterle tra le mani la collana di diamanti che sognava. Quindi ad un rapidissimo giro di tango con mille figure piene di sfumature (cit.) segue intenso, fantasioso e lunghissimo amplesso multiposizione con ripetuti fuochi d'artificio e conclusiva convintissima standing ovation condominiale.

martedì 25 marzo 2014

Sunday Morning - Risvegli

Un classico quadro di vita coniugale della Domenica mattina nella nostra beneamata patria fatta a stivale vede lui che dorme, rientrato all’alba dopo serata iperalcolica con amici. E’ andato a letto alle 5.20 completamente sbronzo, ancora più di Perry Farrell che canta Jane Says al Lollapalooza.

sabato 15 marzo 2014

8 Marzo, A Posteriori


8 MARZO - MATTINA

Il cortile di un liceo, giornata di sole, gruppetti seduti o in piedi a chiacchierare, sta per suonare l’ultima campanella. Quattro ragazze che ciarlano del più e del meno.

venerdì 7 marzo 2014

La Volta Che Vidi Sant'Agostino Sul Controviale


NIGHTMARE – IL CONTROVIALE
Il controviale è un incubo, una cosa tipo l’ingorgo di Benni in Elianto. Mancano parcheggi ? Si prendono due viali paralleli, si blocca l’ingresso a tutte le laterali tranne un paio costringendo la gente  che vuole tornare a casa a ingorgarsi in quello di destra, lo si riempie di righe blu a destra e a sinistra, avendo cura di stringerlo ulteriormente con una bella e inutilizzata pista ciclabile tra i due viali, e via posti macchina a gogo.