venerdì 14 febbraio 2014

Blue Valentines

Che mi piace Tom Waits si era capito, vero ? Sì, lo so che ho promesso di raccontarvi la nascita di questo amore e lo farò, ma sono stato molto preso dai corti come avrete visto.
San Valentino, per la gioia dei romanticoristorantinalumedicandela, dei fioristi, dei pasticceri, della Perugina. Non c'entra una mazza, ma oggi alla radio sento un tizio che telefona per fare una dedica di San Valentino e la DJ, che aveva appena messo Giulia di Vasco Rossi, tutta felice giubila "Oh che bello la tua ragazza magari si chiama proprio così". E il dedicatore "No no, si chiama Nicola". Standing ovation, punto e basta. E quando la santa donna mi disse "dai suggeriscimi un nick" io serafico risposi "secondo me sarebbe bellissimo BlueValentine". Ha combinato un casino atomico e non lo usa più, quindi non dannatevi a cercarla. Vabbè basta con questi frivoli fatterelli miei. Accidenti, ma che originalone il Sym a mettere questa canzone proprio oggi, direte voi. E scusate un po', quando dovevo metterla, a Ferragosto ? E poi, diciamocela tutta, scommetto che almeno metà dei lettori, diciamo quella metà che non ha mai avuto occasione di parlare con me e quindi di farsi rompere le palle con Waits, probabilmente non l'ha mai sentita. E si è perso davvero molto. Quindi la dedico a chi non la conosce e soprattutto a me stesso. Ma no, non sono fidanzato con me stesso e nemmeno innamorato di me stesso. Figuriamoci, ma stiamo scherzando ? Non ho tempo per queste romanticherie io, mi adoro proprio.


She sends me blue valentines
to mark the anniversary
of someone that I used to be
to remind of my cardinal sin
I can never wash the guilt
and it takes a lot of whiskey
to make these nightmares go away


Nessun commento: