domenica 26 febbraio 2017

Heaven

Nel post precedente si parlava di nascita di dei. Da lì al paradiso, converrete con me che il passo è breve. E la colonna sonora resta di altissimo livello.


Allora, i Talking Heads mi piacciono molto e questa canzone mi piace moltissimo, ma credo di non averla capita fino in fondo. Ci rifletterò su e vi farò sapere, va bene? Oggi però mi interessa ragionare di un passo in particolare. C'è questo bar chiamato Heaven dove non succede mai nulla di nuovo, dove tutto si ripete esattamente allo stesso modo, volta dopo volta. E come in tanti bar, anche lì si fa musica. Solo che suonano sempre la stessa canzone. La tua canzone preferita. Tutta notte.

The band in Heaven
play my favourite song
play it one more time
play it all night long
 
Qui scatta la mia domanda. Ho provato a ipotizzare una simulazione di quel che sta accadendo. Facciamo un esperimento, prendiamo la mia canzone preferita. Anzi no, ognuno di voi prenda la sua, riesce meglio. Avete scelto il vostro pezzo preferito? Lo avete visualizzato? Perfetto. Si parla di all night long, ipotizziamo di iniziare ad ascoltarlo diciamo alle ventuno. Diciamo per comodità che abbiate scelto un brano di cinque minuti. Lo mettiamo e iniziamo a farlo girare in loop. Ascolto dopo ascolto. Primo ascolto, che bella. Secondo ascolto, è proprio bellissima. Terzo, che meraviglia. Quarto, questo passaggio non lo avevo mai ascoltato con attenzione. Quinto, qui assomiglia un po' a un altro pezzo. Sesto, certo che lui (o lei, o loro, dipende da chi avete scelto) è proprio un genio. Settimo, mi ricordo quella volta che la ascoltai con, che bei momenti.
Cinque minuti, abbiamo detto. Se sono ancora capace di fare le moltiplicazioni e le divisioni, sono dodici ascolti in un'ora. Abbiamo iniziato alle ventuno. Alle due di mattina, avremo ascoltato lo stesso pezzo sessanta volte. Consecutive. La domanda è molto semplice, ed è la seguente. Siamo proprio sicuri che ascoltare la propria canzone preferita tutta notte sia il paradiso? O alle tre e ventisette, al settantottesimo ritornello che ci piaceva tanto, avremo una crisi di nervi, inizieremo ad urlare frasi sconnesse (suscitando un certo fastidio nei vicini) e ci metteremo ad ascoltare i Modà (suscitando reazioni violente dei vicini)?
Davvero, sarei curioso di sapere cosa ne pensate. Anzi, aggiungerei una curiosità scientifica. Sarebbe anche carino sapere che pezzo avevate scelto per l'esperimento. In segno di buona volontà, vi dico che io avevo pensato a Blue Valentines di Tom Waits. Se come pezzo per l'esperimento avevate già scelto come vostro pezzo preferito una canzone dei Modà, abbiamo un problema. Io di scientificità dell'esperimento, voi di gusti musicali.
 

Nessun commento: