venerdì 24 ottobre 2014

A Gentile Richiesta, Mailei Sairus

Qualche giorno fa, una gentile lettrice mi ha detto "Dovresti fare un post su Miley Cyrus, sto guardando un suo video e secondo me ne uscirebbe qualcosa di buono". Devo ammettere che per me il nome era qualcosa di orecchiato vagamente e sul momento ho vacillato travolto da uno tsunami di ignoranza.
Dalle mie parti, per dire di qualcuno che è antico e all'antica, si dice "Antìgh cmè ìl brùgni", antico come le prugne. Ecco, io probabilmente sono antecedente anche alle prugne. 


video

Ma con le mie risapute capacità da novello Holmes (Sherlock, non John, diffido chiunque dal fare battute, soprattutto te che stai leggendo), dal fatto che ne esistessero in giro video ho dedotto che si trattasse di qualche genere di ballerincantantartista. Non sapendo però il sesso di quella che ho scoperto solo poco dopo essere la suddettA, ho dovuto chiedere "E chi è ?". La risposta è stata eloquente ed espressa con parole nette e chiare. Dal momento che non nuoto nell'oro e temo molto un eventuale confronto tra il mio avvocato e gli avvocati di una rockstar, vado a tradurre la definizione fornitami, decisamente tranchant, in "Una giovane donna disinibita con atteggiamenti un pò sopra le righe il cui look potrebbe ricordare in peggio quello di una meretrice da strada". 
Ho vacillato di nuovo, soprattutto perché non capivo che motivo c'era di scomodare questa tizia per scrivere un post quando bastava andare davanti al liceo di mio figlio alla fine delle lezioni per avere materiale per una cinquantina di post su questo argomento. Comunque, per completezza mi sono documentato guardando alcuni video. Oddio, tre, di più non sono riuscito a fare. E sono arrivato, IMAO, alla conclusione che non comprerò mai un CD della suddetta. E non è questione di soldi, sia chiaro. Forse mi si capisce meglio se dico che non lo ascolterei nemmeno se me lo regalassero. Non solo non lo ascolterei, probabilmente lo prenderei a martellate. E mi sto ancora chiedendo perché la mia lettrice stesse guardando un suo video. Io davanti a quello che segue mi sono accasciato.



Allora, direte voi, vuoi dire che non c'è stato proprio nulla di positivo nella tua scoperta di codesta fanciulla ? Sì, qualcosa c'è stato invece. Essermi imbattuto durante la ricerca di materiale documentario nel terrificante video che segue. E essermi sfasciato dalle risate.

4 commenti:

venus ha detto...

ahahah grazie alla tua lettrice che ha avuto questa brillante idea! Io conoscevo questa parodia fantastica https://www.youtube.com/watch?v=zB30VH6cuN4 (è in siciliano ma è sottotitolata in inglese) guardatela e poi mi dici... XD!!!

SympathyForTheDevil ha detto...

Beh, venus, l'idea carina è mettere le facce della gente che guardava. La mia all'inizio era probabilmente molto più allibita, mentre alla fine urlavo proprio di soddisfazione.

Calamì ha detto...

Non so quanto a fondo si sia spinta la tua ricerca circa nascita-vita-morte sociale della lecca-martelli, ma saresti forse più indignato (o meno stupito?!) se sapessi che è uno dei talenti sfornati da Disney Channel. Ricordo quando recitava nella serie Hannah Montana, innocente e ben vestita, con lunghi boccoli castani e portatrice dei grandi valori umani che si insegnano ai bambini quali amicizia e famiglia... Il format era il solito di Diseny Channel: ragazzini vestiti con abbinamenti di colori discutibili che attraverso una serie di equivoci e scherzi scoprono di episodio in episodio quanto sia bella la vita. Nella fattispecie lei era una cantante di successo di notte e una ragazzina impedita e innocente di giorno, con il padre come manager e i due amichetti (forse ancora più impediti di lei) come fidati custodi del suo segreto.

Io non oso immaginare il povero Billy Ray Cyrus, cantante di discreto successo nel mondo del country (consiglio un breve ascolto di qualche suo pezzo) e padre della ragazzina sia in tv che nella vita reale, quando ha visto la sua piccolina trasformata in una portatrice sana di trasgressione, che fa twerk sul palco degli mtv awards, che si accende una canna durante il suo stesso concerto, che si fa fotografare nuda o strafatta di cocaina in qualche locale della New York Male...

Capisco l'esigenza di levarsi l'etichetta di "brava cantante per bambini", ma se Cristina D'Avena avesse fatto la stessa cosa, ora come faremmo a cantare le canzoni dei puffi a cuor leggero?!

SympathyForTheDevil ha detto...

Calamì, fermo restando che approfondire la storia della concupitrice di utensili non era esattamente tra le mie priorità, sorvolo sul fatto che tu guardassi Disney Channel e devo comunque ringraziarti ancora una volta. Non tanto per il riassunto della biografia della suddetta, quanto per avere fatto scoprire a me, autoconfesso antico come le prugne, il meraviglioso mondo del twerking. E, nel mio piccolo mondo antico, ringrazio qualcuno per avere impedito di scoprirlo ad Orietta Berti. "Finché la barca va" o "Papaveri e papere" in versione twerk avrebbero compromesso la mia già non facile infanzia.