lunedì 8 settembre 2014

The Sdèl D'Acua Zlèda Challenge

Allora, concordiamo tutti sul fatto che non è stata una gran estate. Vado in controtendenza, ma io fondamentalmente ne ho goduto. Mi piace il freddo e trovo che il caldo eccessivo, come sostiene una mia web-amica, sia immorale.
Quindi, il fatto che l'estate finisca in generale non mi dispiace affatto. Quest'anno, un altro motivo per cui apprezzare la fine dell'estate e l'arrivo del gelo è che, almeno nel nostro emisfero, spero che la gente finirà di buttarsi secchiate d'acqua gelata in testa per mettersi sul web. Nel caso non si fosse capito, tutti voi docciatori con acqua gelata mi avete veramente rotto i coglioni con questa grandissima stronzata dell'Ice Bucket Challenge. Tanto per cominciare, temo che ci sia un effetto contrario a quello desiderato. Il freddo rattrappisce e contrae, quindi mi viene il serio dubbio che dopo la doccia fredda il braccino che deve firmare l'eventuale assegno sia desolatamente corto. Ma se io volessi donare, sono proprio obbligato a fare prima questa minchiata ? E soprattutto, a occupare spazio online con la scena orripilante di me che trattengo improperi di ogni genere sotto l'acqua fredda ? Un normale, tranquillo, sereno bonifico fatto comodamente in una filiale bancaria climatizzata a dovere non va bene lo stesso ? L'altra domanda che mi pongo è perché acqua gelata e non lombrichi, ad esempio ? E poi, se uno volesse introdurre varianti regionali, ne ha facoltà ? Metti caso che io voglia fare la Warm Casseruola Di Trippa Challenge e mi ribalti in testa un pentolone di trippa alla parmigiana, perché mai quello dell'acqua gelata dovrebbe bullarsi con me ? Può darmi lezioni o sentirsi superiore? Cosa ha fatto lui più di me ? Ci vuole del coraggio a farsi entrare della trippa nelle orecchie, sapete ?


Per pietà, risparmiatemi la menata della buona causa. La maggioranza della gente che si fa sta doccia gelida non ha idea del perché sta facendo quello che sta facendo, ha solo visto un video e ha detto "wow, figo". Soprattutto, molti non hanno proprio idea di quello che stanno facendo, nel senso che mettersi in equilibrio a due metri sopra la testa un bidone della spazzatura che terrà cento litri (leggasi un quintale, se non ho dimenticato i pesi specifici studiati a scuola) e farselo cascare addosso è una roba da vincere il Darwin Award per acclamazione. Voglio dire, qui probabilmente avremo anche contribuito a assistenza e ricerca sulla SLA, ma in giro ci sono diversi traumi cranici e diverse fratture che si potevano decisamente evitare. I danni neurologici mi preoccupano meno, probabilmente i cervelli erano già compromessi da prima, ma questa è una magra consolazione.


Va bene, sapete cosa vi dico ? Che questi poi non hanno inventato niente, tutto sommato. Come chi legge da un pò sa bene, io da lungo tempo appena la neve tocca i venti centimetri mi ci corico dentro gratis et amore dei. Voi direte grazie, bel coraggio, sei vestito di tutto punto. 


A parte che vorrei vedere quanti dei secchiatori online per fare il video hanno usato veramente acqua gelata e non tiepidina, ma non provocatemi. Perchè se mi pigliate male male, quest'anno se nevica quanto serve lo faccio in mutande. E la cosa davvero coraggiosa, credetemi, non è stravaccarsi nella neve mezzi gnudi. Quello è il meno. La cosa da eroi è indossare certi boxer.

"E te lo dico io che ci vuole del coraggio, 
altro che secchio d'acqua gelata"


video

2 commenti:

ilsoleamezzanotte ha detto...

sei un mito!!!!!!!!!! Ma quella trippa, scusa eh, è una vera goduria!!!!!! E' sempre uno spasso leggerti :-)

SympathyForTheDevil ha detto...

Come dico sempre, ilsoleamezzanotte, i miti hanno il non trascurabile difetto di essere o inventati o defunti. Inventarsi me richiedeva tempo da perdere e una certa dose di perversione, riguardo alla mia dipartita continuo a non avere fretta. Quindi, spassiamocela brindando con un godurioso calice di trippa.