sabato 4 maggio 2013

Luca, Una Storia Triste

E' un vecchio post mai pubblicato che giaceva sepolto in una vecchia cartella. Rileggendolo, mi sono detto che conserva ancora tutta la sua attualità. E allora, perchè no?
Ci aveva avvertiti Raffaella Carrà. “ Luca, Luca, Luca, cosa ti è successo ? Luca, con chi sei adesso ? … un pomeriggio dalla mia finestra ti vidi insieme ad un ragazzo biondo, forse un vagabondo  … ma da quel giorno non l’ho visto proprio più “



Passa un po’ di tempo e Luca Carboni intenso intenso ci dice “Silvia lo sai, lo sai che Luca si buca ancora, Silvia chissà chissà se a Luca ci pensi ancora, Silvia lo sai che Luca è a casa che sta male…”


Dopo un pò arriva Povia e alla faccia della privacy ci canta “… Luca era gay e adesso sta con lei, Luca parla con il cuore in mano, Luca dice sono un altro uomo…“


Poi ci si mette Silvia Salemi e ci tiene a dirci che  “ ognuno a casa di Luca è nient’altro che sé e certe sere a casa di Luca facciamo le tre, cantando le canzoni, che belle vibrazioni .. “


Io comincio a pormi delle domande però. A partire dal serio dubbio, quasi certezza, che sia lo stesso Luca. E se è così, la situazione è drammatica. Ora, a parte che ha un sacco di problemi sto ragazzo e gli manca solo di entrare al Grande Fratello, essere un Papa Boy o votare PdL, ma se lo si lasciasse un po’ in pace? Voglio dire, possibile che tutti quanti non abbiano di meglio da fare che farsi i cazzi di sto povero Luca e cantarli pure ? E che cavolo, ma se lui strafatto di eroina avesse avuto voglia di spassarsela con due trans travestiti da suora e da ufficiale nazista non sarebbero stati poi affari suoi ? E poveraccio, cerchiamo di capirlo. Aveva la Carrà innamorata pazza di lui che lo spiava dalla finestra e lo pensava tutto il giorno, l’otorino per il ronzio alle orecchie e l’andrologo per l’orchite non gli hanno risolto il problema e lui ha deciso di saltare la sponda la prima volta e sparire col vagabondo biondo. Deve essergli andata male ma se ne è stato zitto e buono anche quando Carboni ha detto a tutti che era diventato un tossico sfigato che aveva beccato un due di picche da Silvia e era finito tutto il giorno chiuso in casa a farsi, per di più con una maglia lercia del Bologna che non cambiava mai. Ce l’ha messa tutta, è uscito dal tunnel, ha cercato di rifarsi una vita, ha riprovato a saltare sull’altra sponda e è sbucato Povia a sputtanarlo mettendogli in piazza a Sanremo tutta la vita sessuale. Cosa deve fare a questo punto un poveretto se non traslocare e chiudersi di nuovo in casa ? No, troppo facile, sta pazza della Salemi lo rintraccia, arriva con una banda di amici e gli si installa in casa fino alle tre di mattina sfracellandogli orecchie e coglioni a cantare e chiacchierare. Se ora tra il chiaro e lo scuro Luca che non parlava mai finalmente si incazza, piglia Carboni e la Carrà per il collo, li incrania uno contro l’altra lungo tutta la A14 da Bologna a Bellaria e li manda affanculo in dialetto emiliano-romagnolo, poi si apposta sotto casa di Povia e quando scende lo mette a novanta, gli fa il carretto e gli fa fare oooh che meraviglia, e conclude dicendo a Silvia Salemi tu riririmbambita non mi rororompere i coglioni con le tue vibrazioni e la sbatte giù dal balcone a vedere il mare da vicino se le piace tanto, non meravigliamoci. Luca, io ti assolverei. E se avessi Facebook giuro che farei un gruppo “ Luca premier”.

PS : le canzoni sono per completezza di informazione, ma non siete obbligati ad ascoltarle. In compenso, se ne avete altre sul'argomento segnalatemele, magari faccio Luca 2 La Vendetta

2 commenti:

ilsoleamezzanotte ha detto...

ahahahahahhahahhahah come sempre sei esilarante, sardonico, sagace, superlativo e... e poi basta che ti monti la testa!

SympathyForTheDevil ha detto...

ilsoleamezzanotte, adoro questi commenti così spietatamente critici :-D