sabato 25 luglio 2015

Mostri Sacri E Altri Bolliti

No, non sono caduto vittima dell'ultimo giochino modaiolo di questa gelida estate, la foto del display dell'auto con le temperature. Ma si vedono la temperatura e il pezzo appena partito, e mi sembrava un modo carino per legare temperatura e musica.
In particolare, per introdurre gli effetti deleteri che le alte temperature possono avere su chi si occupa di musica. Magari sproloquiandone. Comunque, questo è il display della mia auto qualche pomeriggio fa, col nuovo record stagionale a 43°. Se vi state chiedendo se ad essere impolverato è il telefono o il cruscotto, non sono in grado di darvi una risposta plausibile. Probabilmente entrambi.


E adesso veniamo ai fatti. Lo stesso giorno, rientro da un breve periodo passato fuori città, dovuto a circostanze qui irrilevanti, ed è l'ora di pranzo. Mi infilo nella solita pizzeria dove vado ormai da una vita, un posto familiare dove sono veramente di casa. Entro, saluto distrattamente perso sul filo dei miei pensieri e cerco un tavolino più possibile vicino a un climatizzatore. La radio è accesa come al solito. Sento distrattamente le ultime battute di una canzone mentre mi siedo, poi silenzio. Deve essere una radio locale, perché il DJ ha una voce con cadenze e toni inequivocabili, erre arrotata e esscie scibilante. Commenta il pezzo appena terminato con un trionfante, estasiato "... quando due mostri sacri della musica si incontrano ...".
Mi incuriosisco e iniziano a frullarmi in testa ipotesi. Chissà chi mi sono perso. Clapton e Knopfler ? Patti Smith e Bruce Springsteen ? Peter Gabriel e David Bowie ? Il DJ prosegue compiaciuto " ... signori, erano Fedez e Moreno ...". Cristo Santo. Cristo Santissimo. Sbarro gli occhi mentre la mascella mi casca sulle cosce. E penso che dai, non è possibile che uno studio di trasmissione di una radio non sia climatizzato. Dai, va bene i record del caldo, ma il DJ non può avere avuto un colpo di calore in radio. Poi mi rendo conto che però se non è così, è ancora peggio. Se non è stato il caldo che gli ha bollito i neuroni, sto ascoltando una trasmissione condotta da un imbecille. Anzi no, un mostro sacro dell'imbecillità.
Arriva il cameriere. E nuovo, ma ci diamo già del tu. "Cosa vuoi oggi ?" Voglio che tu spenga immediatamente quella cazzo di radio. Solo questo voglio. O in alternativa, che consegnate in radio una pizza cianuro e stricnina all'imbecille. Offro io. E so che questo video l'ho già messo da qualche parte. E mi viene l'atroce pensiero che forse l'imbecille che discetta di mostri sacri non sa nemmeno chi siano. E penso che non sarebbe bello piangere amare lacrime nelle linguine allo scoglio.


Nessun commento: