sabato 1 settembre 2012

New Year's Day

Lo so che non è il primo di Gennaio, ma per me da un po’ di tempo a questa parte è già un risultato rilevante sopravvivere all’estate. A questo aggiungete che, per motivi che non ho voglia di stare qui a spiegare adesso, il primo di Settembre di diversi anni fa ha segnato per me un notevole cambiamento. Quindi, che vi piaccia o no, per me oggi è Capodanno. Tutti a Capodanno fanno i buoni propositi, io li faccio adesso.
Ho individuato una serie di cose che dovrei smettere di fare e le relative azioni correttive che sicuramente faranno di me un uomo migliore. La prima cosa è smettere di voltarmi a guardare le donne per strada. Questo è facile, ho già ricominciato gli esercizi per rafforzare la muscolatura dei bulbi oculari e ho ordinato il libro più CD “ Amplia la tua visuale periferica in dieci lezioni”. La seconda cosa è smetterla di fare con mio figlio le gare a chi storpia meglio in modo sconcio le canzoni famose. Se state pensando guarda che padre esemplare, che nobile figura di educatore, che esempio di vita, vi sbagliate. Non è un soprassalto di dignità educativa, è solo amor proprio. Non sono più competitivo, ormai. Perdo sempre, mi batte, è diventato più bravo di me. La terza cosa è smetterla, quando faccio le cotolette impanate, di usare l’olio frusto e l’uovo avanzato per farmi una frittatina con una tonnellata di parmigiano. Il gozzo ride, il fegato telefona, “ Cazzo ridi che son tutto gonfio”. Chi sa da quale canzone è tratta questa frase riceverà in premio il racconto di una mia allucinazione colesteroide in cui sentivo l’aorta che si irrigidiva e si trasformava lentamente in un disco da hockey. Quest’ultima frase è di nuovo una citazione, stavolta letteraria e non musicale, e chi ne conosce l’autore riceverà una frittata unta e grassa. La quarta cosa è smettere di fare agli automobilisti scorretti gesti che coinvolgono incavo del gomito, palmo della mano  e mignolo, medio e indice abbinati in vario modo.
No, non ce la faccio. Alla signora, si fa per dire, col SUV che l’altro giorno mi ha sorpassato in presenza di striscia continua, mi ha stretto, mi ha inchiodato davanti per infilare l’uscita della tangenziale, tutto questo telefonando, non potrei mai negare uno svettante dito medio. No, non posso farcela. E se devo essere sincero con me stesso e con voi, credo che non riuscirò a fare nessuna delle cose che mi sono ripromesso. Va bene, ho trovato il buon proposito per quest’anno. Non inizio a drogarmi. 

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Inizia A Sbatter Quella Frittata Unta e Grassa. Io, Ho Vinto. ..

tuttoilniente ha detto...

ho vinto anch'io.. e anch'io giusto stamane mi dicevo... dovrei inventare una festa, non so se d'inizio settembre o d'inzio autunno, inaugurata con le prime piogge, una festa che sancisca la mia soddisfazione con a presenziare ogni protagonista di questo periodo che si inaugura (essenzialmente si tratta di biscotti, risotti al vino, lana, libri, carni varie..)

..a lei, rotolante!
(e a lei, Donna..)

SympathyForTheDevil ha detto...

Io di frittate grasse e unte ne preparo finchè volete, ma è troppo facile dire ho vinto ... voglio sapere autore della citazione, titolo dell'opera e casa editrice !!

Anonimo ha detto...

Flaaaaaaaa vojo fa anche io a gara con te sulle canzoni rifatte sconce.. oltre che a prenderle da tuo figlio le prenderesti anche da me xD
ma ovvio che sai chi sono..
dovresti averlo capito già dall'inizioo... in ogni caso mi firmo lo stesso..
Ps il dito medio per le signore col SUV è sempre un gran bel gesto! (in generale anche per i vecchietti guardoni che vanno a 20)

LiliWhiteLilith

SympathyForTheDevil ha detto...

Conoscendoti e avendoti vista all'opera, con te a siffatta gara non mi cimenterei mai ...

Anonimo ha detto...

che brutta impressione devo aver fatto allora :'D

LWL

Anonimo ha detto...

è paolo rossi, avevo l'audiocassetta registrata nel 1996 dal mio ragazzo dell'epoca :)

SympathyForTheDevil ha detto...

Standing ovation solitaria e meritata per te, doppia perchè anche io avevo e ho tuttora l'audiocassetta ( ma originale ).
Hai vinto il racconto della mia allucinazione, complimenti.