sabato 30 ottobre 2010

Halloween

Non lo posso soffrire. Non sopporto questa orgia di streghe fantasmi zombie maschere varie. Non voglio amputarmi due dita intagliando una zucca per darle una espressione cretina e metterla sul balcone o davanti alla finestra con una candela dentro. E’ una tremenda offesa. Alla zucca, che nulla sa di questi riti ed è destinata a rivivere al forno o nel ripieno dei tortelli. Se proprio volete ficcare una candela da qualche parte e non avendo letto L’Era del Porco di Gianluca Morozzi non conoscete Lajos ed Elettra, posso darvi utili consigli anche se non so se vi piaceranno. Non voglio vedere altre streghe. Vedo mostri e demoni di continuo. Ogni volta che apro una busta con dentro una bolletta da pagare, ogni volta che tento di immettermi su una strada trafficata, ogni volta che faccio una coda da qualche parte. Dolcetto, scherzetto. Bambini, lo scherzetto vero ve lo ha fatto la Strega Gelmina in consiglio dei ministri. Chissà come vi divertirete portandovi la carta igienica da casa nelle vostre belle classi da trentatrè alunni col maestro unico.
Poteva avere un senso, tutto questo. Il pensiero, il sogno di una notte che in qualche modo divenisse punto di contatto tra due dimensioni destinate a non incontrarsi. Forse una riflessione su vita e morte, forse una occasione di ricordare e porsi domande. Siamo riusciti a farne una americanata di gadget orribili, con un obbligo di divertirsi pari solo a quello del tristissimo capodanno o di un drammatico ferragosto riminese. Immaginate la scena. Entità immateriali, puri spiriti che dovrebbero affacciarsi sul nostro mondo ed entrare in rapporto con noi vengono accolti da comitive di sciamannati travestiti da idioti che tutti contenti vanno ad eleggere Miss Strega al grido “ Namo regà che è allouiin, stasera se dovemo da divertì !! ”. E allora se la notte del 31 sentite urla, lamenti, stridori dall'oltretomba non spaventatevi. Non preoccupatevi. Viene da un altro mondo, ma è soltanto un vaffanculo.

2 commenti:

UnaStrega ha detto...

…I Morti Solo Una Volta L'Anno Possono Tornare a Trovare La Loro Famiglia, Gesù Da Loro Il Permesso. Così Mi Dicevano Da Bambina …
Io Attendevo.
ed Era Un'Occasione.

SympathyForTheDevil ha detto...

Questo ha un senso. Il senso che intendevo io. Non eri vestita da
strega, non andavi a ballare la Halloween Dance, non riempivi la casa di ragnatele finte. Eri una bambina, e attendendo credevi, speravi, pensavi.

Era un'Occasione.