venerdì 18 gennaio 2013

Fat Man In The Bathtub With The Blues

Tempo fa ricevetti una mail che sbeffeggiava il modo di lavarsi del sesso maschile, col corredo della solita avvertenza ironica “ inviala a un uomo che sia abbastanza intelligente da capirla e sorridere”. Il fatto di averla ricevuta da due donne diverse mi fece pensare fondamentalmente a due cose. O sono considerato da più parti uomo intelligente e sorridente, o da più parti si ha scarsa fiducia nella mia igiene personale. Quindi, dopo una doccia autocritica, con un bel sorriso, misi la mia presunta intelligenza all’opera e ricomponendo come tasselli di un puzzle alcune mie esperienze di convivenza elaborai una risposta. Aggiungete pure a intelligente e sorridente “ vendicativo”.

La doccia di un uomo:
 
01 Si toglie i vestiti mentre è ancora a letto e li getta per terra.
02 Va nudo verso il bagno.
03 Se vede la moglie/fidanzata le mostra orgoglioso la proboscide facendo un rumoroso barrito.
04 Si ferma di fronte allo specchio per analizzare il fisico.
05 Ingrossa la pancia e guarda fiero le misure del suo uccello
06 Si gratta le palle e si annusa le mani per l'ultima volte prima di lavarsi.
07 Entra nella doccia.
08 Si lava la faccia con il primo sapone che vede.
09 Ride come un cretino per come rimbomba la scoreggia che ha appena tirato.
10 Si lava i coglioni e il culo, curandosi di lasciare qualche pelo sul sapone.
11 Si lava i capelli con qualsiasi shampoo, nei casi peggiori con il detergente intimo della moglie/fidanzata.
12 Piscia nella doccia facendo finta di essere Grisou alle prese con un enorme incendio.
13 Esce dalla doccia senza rendersi conto che ha bagnato ovunque perchè ha lasciato la tendina fuori dalla doccia.
14 Non si pettina e scrolla la testa riempiendo di gocce lo specchio.
15 Si asciuga un po'.
16 Si guarda di nuovo allo specchio facendo l'elicottero con il pistolino.
17 Esce lasciando il bagno tutto bagnato.
18 Torna in camera con un asciugamano alla vita.
19 Toglie l'asciugamano e mostra orgoglioso la proboscide alla moglie/fidanzata facendo un rumoroso barrito.
20 Getta l'asciugamano fradicio sul letto e si veste in due minuti.

 Il bagno di una donna:

 01 Entra in bagno e accende la stufetta elettrica anche se è Agosto e ci sono 35 gradi
02 Riempie la vasca fino all'orlo e aggiunge manate di sali dimenticando lo spessore della schiuma
03 Entra nella vasca che regolarmente trabocca producendo sul pavimento l'effetto autolavaggio
04 Emette bollicine sotto il pelo dell'acqua
05 Guarda le bollicine con un sorrisino stupito come se lei non ne sapesse nulla e non c'entrasse niente
06 Inizia a chiamare lui, che sta guardando la partita del Sei Nazioni, per farsi passare il boccetto di ristrutturante, defoliante, energizzante, glicosante, colorante, decerante, ogni genere di sostanza purchè inutile, costosissima e che termini in "ante". Minimo contrattuale almeno otto chiamate per bagno
07 Richiama lui per farsi lavare la schiena
08 Lo insulta perchè allunga le mani, è un porco e non pensa ad altro
09 Esce dalla vasca e alza la temperatura della stufetta
10 Si guarda allo specchio e si soppesa le tette
11 Richiama lui per sentire se secondo lui pesano uguale
12 Lo insulta perchè allunga le mani, è un porco e non pensa ad altro
13 Si gira e si osserva le chiappe
14 Richiama lui per sentire se secondo lui cominciano a cascare
15 Lo insulta perchè allunga le mani, è un porco e non pensa ad altro
16 Esce dal bagno senza spegnere la stufetta, che resta accesa per le due ore successive producendo un microclima equatoriale nel bagno
17 Si presenta in soggiorno con asciugamano sulla testa, tutona azzurra con orsetti, ciabatte di spugna rosa
18 Chiede a lui se può andarsene a guardare la tele in camera perchè lei deve vedere Amici
19 Lui si alza mentre mancano tre minuti alla fine e l'Italia in vantaggio di due punti si sta difendendo a sangue nei suoi ventidue. A causa delle chiamate elencate si è già perso due calci, una meta con relativa trasformazione, una scazzottata tra le prime linee e un intercetto con fuga di 60 metri.
20 Arriva mesto in camera giusto in tempo per scoprire che abbiamo perso all’ultimo minuto con un calcio inventato dall’arbitro. A capo chino, raggiunge la cucina dove versa una lacrima e una birra.
 
 

12 commenti:

Anonimo ha detto...

Muoio ahahahahahahah
Ifi

SympathyForTheDevil ha detto...

Hai messo anche tu troppi sali nella vasca ? :-O

Anonimo ha detto...

ma il barrito come è ? XD

SympathyForTheDevil ha detto...

Sulla trascrizione del barrito mi cogli impreparato. E già che ci siete, ditemi perchè se la mucca fa mu, il merlo non fa me.

ilsoleamezzanotte ha detto...

ahahahahahah oddio non ho mai riso così tanto, anche perchè mi sono immaginata la scena e....beh meglio non dire altro!!!!!!!!!!!

SympathyForTheDevil ha detto...

Sarei curioso di sapere quale scena hai immaginato per farti sbellicare così tanto ... e ovviamente curioso di sentire l'altro che è meglio non dire

ilsoleamezzanotte ha detto...

mi spiace... ma credo siano due curiosità che dovrei tenerti perchè non ho nessuna intenzione di dirtele!!! o forse sì? boh lo scopriremo solo vivendo :-)

SympathyForTheDevil ha detto...

Questo si chiama lanciare il sasso e nascondere la mano :-p

Anonimo ha detto...

...no non ci sto !
i sali non producono schiuma !

SympathyForTheDevil ha detto...

Mio Dio, vuoi dire che senza saperlo ho convissuto con qualcuno che faceva il bagno col detersivo per i piatti ? :-(

Anonimo ha detto...

No, voglio solo avvertire il tuo alter ego che dovrebbe far ricorso alla memoria e non alla fantasia..ihi baci fla'

SympathyForTheDevil ha detto...

Ho molta più fantasia che memoria, e col mio alter ego non parlo più perchè ci stiamo reciprocamente sulle palle